Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

ASTENGO, Giovanni

 
 Giovanni Astengo.

Giovanni Astengo.

 
 

Torino, 13 aprile 1915 - San Giovanni in Persiceto (BO), 26 luglio 1990

Giovanni Astengo ricopre un ruolo di prima grandezza tra i protagonisti dell'urbanistica italiana del Novecento, in quanto figura di riferimento per la costruzione del sapere disciplinare.
Progettista alla scala edilizia, urbana e territoriale, docente universitario e fondatore del primo corso di laurea in Urbanistica in Italia, studioso impegnato nella scrittura di testi di legge e nella tutela del territorio e del paesaggio, uomo politico e amministratore pubblico, direttore della più importante rivista di cultura urbanistica europea per quasi tre decenni. Tra questi diversi ruoli Giovanni Astengo riesce a costruire relazioni di spessore, dando corpo ad una figura di urbanista militante a tutto tondo, che non trova uguali nel panorama nazionale.
Due possibili percorsi di lettura della sua opera sono dati dalla costante ricerca di elaborazione di un metodo scientifico per la costruzione del piano, aggiornato e riveduto nel tempo al mutare delle condizioni socio-economiche, culturali e territoriali di riferimento, e la capacità di costruire con alcuni specifici territori (il Piemonte, l'Umbria, la Toscana, ecc.) una relazione profonda, fatta di reiterato interesse di ricerca e redazione di piani e progetti alle diverse scale.
In Piemonte inizia la sua attività con gli Studi per il piano regionale piemontese e il progetto-manifesto del quartiere Ina-casa di Falchera; prosegue con l'impegno come assessore alla pianificazione, che produce la legge urbanistica regionale n.56/1977. In Umbria redige il suo primo piano-manifesto, il Piano regolatore di Assisi, quelli di Gubbio e Bastia Umbra, e progetta numerose architetture, come la Pro Civitate Christiana ad Assisi. Altre esperienze esemplari, dove sperimenta un nuovo metodo di costruzione del piano, basato sul concetto dello scenario, sono gli Studi per il piano regolatore generale di Genova e il Piano regolatore di Bergamo, mentre l'attenzione ai temi del piano d'area vasta caratterizza il suo lavoro in Toscana a e in Trentino.

 

Bibliografia
P. Di Biagi, Giovanni Astengo. Un metodo per dare rigore scientifico e morale all'urbanistica, in Urbanisti italiani, a cura di P. Di Biagi e P. Gabellini, Roma-Bari, Laterza, 1992.
Fondo archivistico Giovanni Astengo, a cura di A. Marin, Venezia, 2000.

 
  • 2