Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Le biografie si articolano in due pagine. Nella prima è presente il profilo biografico dell'architetto e una bibliografia essenziale. Nella seconda pagina compare invece l'elenco dei progetti principali del biografato e, in particolare, sono evidenziati quelli corredati da una scheda con relative immagini, le quali, quindi, possono essere visualizzate. Per reperire le biografie degli architetti associati a studi di architettura, consultare l'elenco alfabetico sotto la lettera S.

 
 
  • MINNUCCI, Gaetano

    MINNUCCI, Gaetano

    Gaetano Minnucci nasce a Macerata nel 1896. Nel 1920 si laurea alla Regia Scuola di applicazione per gli ingegneri. Con Luigi Piccinato fonda il Gur (Gruppo urbanisti romani), in cui verranno elaborati i Piani regolatori di Padova e Brescia e il Programma urbanistico di Roma. Partecipa alla costituzione del Miar (Movimento italiano architettura razionale) dove con Adalberto Libera organizza la prima Esposizione italiana di architettura razionale. Tra il 1932 e il 1935 è addetto alla direzione dei lavori della città universitaria di Roma come segretario dell'architetto capo Marcello Piacentini, con l'incarico di studiare l'acustica dell'aula magna e di ricercare l'applicazione di nuovi materiali da costruzione.
  • MINOLETTI, Giulio

    MINOLETTI, Giulio

    Giulio Minoletti nasce il 19 aprile 1910 a Milano, dove consegue la laurea in Architettura nel 1931. Ancora studente partecipa, con il Progetto di una villa in collina, alla IV Triennale di Monza (1930) e, insieme ad Alberto Cingria, guadagna il primo premio ex aequo con Ferdinando Reggiori al concorso per il Progetto di un giardino pubblico all'italiana (1931). Si avvia alla professione di architetto, designer e urbanista prendendo parte alle principali vicende del razionalismo italiano: il Concorso per la stazione di Firenze e, con Filippo Beltrami, quello per il Palazzo delle Poste di viale Mazzini a Roma, entrambi del 1933; le Triennali del 1933 e del 1936 dedicate all'abitazione moderna; il Progetto "Milano verde" del 1938 (con Franco Albini, Ignazio Gardella, Giancarlo Palanti, Giuseppe Pagano, Giangiacomo Predaval, Giovanni Romano); il Concorso per il Palazzo dell'acqua e della luce all'E42 di Roma (1939, con Franco Albini, Ignazio Gardella, Giancarlo Palanti, Giovanni Romano, Lucio Fontana).
  • MIOZZI, Eugenio

    MIOZZI, Eugenio

    Laureato in Ingegneria all'università di Bologna nel 1912, lavora in Libia come funzionario del Genio Civile alla realizzazione di strade coloniali, al piano regolatore e a numerosi progetti per Tripoli. Dal 1919 presta servizio a Udine e poi a Belluno, dove riceve l'incarico di ricostruire i ponti della provincia distrutti dalla guerra. Nel 1926 dirige l'ufficio della neocostituita Provincia di Bolzano e di qui si trasferisce, nel 1928, alla direzione del Compartimento delle strade statali delle province di Belluno, Bolzano e Trento. Si concentra soprattutto sull'ingegneria stradale e la progettazione di ponti in cemento armato e svolge attività di studio e ricerca su metodi di calcolo e tecniche costruttive, che applica in realizzazioni quali il ponte di Grigno in Valsugana e il ponte Druso a Bolzano.
  • MORASSUTTI, Bruno

    MORASSUTTI, Bruno

    Dopo la laurea a Venezia e le prime esperienze professionali nel design, fascinato dal maestro Frank Lloyd Wright, nel 1949 parte per frequentare il Taliesin Fellowship, attraversando l'America per visitare le opere di Ludwig Mies van der Rohe e dello stesso Wright. Nel 1954 realizza a Jesolo (VE) la casa di vacanza per la propria famiglia e dopo una breve collaborazione con Carlo Scarpa per il completamento di villa Romanelli a Udine (1954-1956), si trasferisce a Milano e si associa ad Angelo Mangiarotti. Lo studio, con cui collabora per i progetti più complessi l'ingegnere Aldo Favini, si dedica in particolar modo alla sperimentazione di soluzioni innovative per l'industrializzazione delle costruzioni.
  • MORETTI, Luigi

    MORETTI, Luigi

    Luigi Moretti si laurea nel 1930 con un progetto per un collegio di alta educazione classica in località Villa dei Papi, presso Grottaferrata. . Tra il 1931 e il 1934 svolge l'attività di assistente alla cattedra di Vincenzo Fasolo di Storia e stili dell'architettura e alla cattedra di Gustavo Giovannoni di Restauro dei monumenti, successivamente collabora con l'archeologo Corrado Ricci nell'ambito della Borsa triennale di Studi romani. Appartengono a questo periodo gli studi per la sistemazione dell'area dei Mercati Traianei. Entrato in contatto con Renato Ricci, presidente dell'Opera nazionale Balilla, ottiene, nel 1933, l'incarico di dirigere l'ufficio tecnico. Per l'ente progetta la Casa della gioventù a Piacenza, quella di Trastevere a Roma, quella di Trecate, la Casa femminile di Piacenza e, nel 1937, la Casa della gioventù a Urbino e a Tivoli.
Risultati:6-10 di 13
< 1
2
3 >