Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Fermo, Mercato coperto comunale, Sergio Danielli, 1955-1957

 
 Mercato coperto, prospetti, Fermo 1955-1957.

Mercato coperto, prospetti, Fermo 1955-1957.

 
 

Autore: Sergio Danielli

Secondo le cronache il progetto nacque dall'iniziativa di "un giovane e geniale architetto", che aveva esposto "in una vetrina cittadina un progetto di massima per la costruzione del mercato coperto". L'idea "piacque agli Amministratori del Comune" e gli affidarono la redazione del progetto, poi approvato nel giugno del 1954. Si dava così risposta all'annosa necessità di un luogo protetto che potesse accogliere i banchi vendita disseminati per le strade delle città, collocandolo in una zona centrale e ben servita. I lavori furono appaltati nell'ottobre dello stesso anno e la posa della prima pietra ebbe luogo il 16 gennaio 1955 alla presenza del Ministro U. Tupini, senatore del collegio di Fermo. L'apertura al pubblico è del dicembre 1956 quando accolse "… i tradizionali affollatissimi mercati di Natale …". 

L'edificio è su due piani: il primo, destinato a magazzini, ha accesso diretto dalla via del Mercato mentre il secondo, destinato alla vendita e con box collocati in linea lungo i due lati di uno spazio centrale, è accessibile con ingresso pedonale dalla piazza del Monterone. I due livelli sono funzionalmente collegati mediante un'ampia scala e due montacarichi.

La struttura portante è costituita da una gabbia in c. a. sulla quale, al piano vendita, è impostata una serie di telai (luce netta 14m e interasse 6m) che scandiscono con regolarità l'ampio spazio interno e sono coronati da una struttura triangolare che sostiene il lungo lucernario centrale; quest'ultimo, formato con struttura in profilati metallici e vetro retinato, si staglia nettamente all'esterno caratterizzando i prospetti. La struttura portante è a vista e le tamponature, costituite da muratura a cassetta con parete esterna di mattoni pieni a faccia vista, se ne distacca completamente.

La giuria del Premio regionale In/Arch premia l'opera nel 1961 motivando la scelta riconoscendone "un certo interesse formale, non privo di sobrietà e la cui scelta dei materiali rivela una ricerca di ambientamento".

 

Archivio del progetto
Fondo Danielli Sergio, Ordine degli architetti di Fermo
Serie ELABORATI GRAFICI: SD-01.PRO/001, 1482 schizzi, [febbraio 1953 - maggio 1994] e SD-01.PRO/002, 15 tavole, 1 disegno [maggio 1954 - febbraio 1962]
Serie DOCUMENTI, sottoserie PROGETTI: SD-02.DOC1/001, 1 fascicolo, 10 maggio 1954 - 08 febbraio 1962
Serie MATERIALI FOTOGRAFICI: SD-03.FOT.