Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Roma, Casa Balilla sperimentale - Casa delle armi al Foro Italico, Luigi Moretti, 1933-1937

Autore: Luigi Moretti

L'incarico, affidato a Moretti dal presidente dell'Onc nel 1933, prevedeva la realizzazione un fabbricato, la Casa Balilla sperimentale, ubicato all'ingresso sud del Foro Mussolini, un punto nodale rispetto alla sistemazione generale del complesso urbanistico. Il progetto definitivo si compone di due blocchi destinati ad ospitare una complessa serie di spazi polifunzionali: la sala della scherma, la biblioteca, la sala del consiglio ed il Museo delle armi. I due fabbricati sono disposti ortogonalmente tra loro e raccordati da un sistema di collegamenti aperti e da un corpo ellittico il cui impianto è sottolineato da un basamento leggermente rialzato. Il trattamento delle murature ribadisce la chiusura verso l'esterno e l'apertura, mediante la realizzazione di ampie vetrate, del fronte verso il Foro. L'illuminazione della sala della scherma è assicurata dal lungo infisso che raccorda le due semivolte di copertura sorrette da mensole di cemento armato.
 

 
 
 Casa delle Armi al Foro Italico progettata dall\'architetto Luigi Moretti, Roma 1933.

Casa delle Armi al Foro Italico progettata dall'architetto Luigi Moretti, Roma 1933.

 
 

Archivio del progetto
Archivio "Luigi Moretti" (1930-1975), Archivio centrale dello Stato:
contiene 117 elaborati del progetto esecutivo; 43 fotografie del modello, del cantiere e dell'opera realizzata.

Bibliografia
C. Severati e F. Lorello, Il progetto di Luigi Walter Moretti e le cronache della palazzina della Scherma nei fondi dell'Archivio centrale dello Stato, Roma, Edizioni Kappa, 2005.
Guida alle opere romane di Luigi Moretti, a cura di A. Greco e G. Remiddi, Roma, Palombi, 2006.
A. Nizzi e G. Marco, Luigi Moretti: Casa Balilla sperimentale al Foro Mussolini. La Casa delle armi prima della Casa delle armi, Roma, Aracne, 2006.