Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Roma, Cooperativa Gescal, via San Lucio 23, Giuliana Genta e Silvano Panzarasa, 1959-1963

 
 Sezione dell\'edificio in via San Lucio.

Sezione dell'edificio in via San Lucio.

 
 

Autori: Giuliana Genta e Silvano Panzarasa

Questo edificio, che raccoglie certamente parte delle lezioni imparate durante l'esercizio della professione e dei progetti condotti assieme a Libera, sintetizza alcune delle qualità che si possono trovare come costanti nell'architettura di Giuliana Genta.
Uno di questi è l'uso sincero e raffinato del materiale. Ad esempio il mattone è declinato come cortina, come parapetto e nobile rivestimento interno; il legno viene usato negli infissi (scorrevoli); il ferro sinuosamente viene piegato diventando corrimano, così da accompagnare la rampa che conduce ai diversi piani.
All'interno di questo edificio si trova l'abitazione che Genta ha progettato per sé. L'alloggio si presenta come una lezione di architettura del progettista, in cui ogni elemento viene scelto, disegnato e misurato sulle proporzioni umane, come gli arredi fissi, che sono parte integrante dell'architettura, o come il camino-scultura, fulcro tradizionale della vita domestica.
Il progetto è stato seguito da Giuliana Genta in tutte le sue fasi, comprese le modifiche avvenute anche nei tempi più recenti.
 

 

Archivio del progetto
Archivio "Giuliana Genta" (1949-2005), Archivio centrale dello Stato: contiene 82 disegni di piante, prospetti, sezioni e dettagli.

Bibliografia
Giuliana Genta: la mia vita da architetto, a cura di P. Capolino, E. Tagliacollo e L. Diodovich, Roma, Prospettive, 2008, pp. 78-83.