Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Le biografie si articolano in due pagine. Nella prima è presente il profilo biografico dell'architetto e una bibliografia essenziale. Nella seconda pagina compare invece l'elenco dei progetti principali del biografato e, in particolare, sono evidenziati quelli corredati da una scheda con relative immagini, le quali, quindi, possono essere visualizzate. Per reperire le biografie degli architetti associati a studi di architettura, consultare l'elenco alfabetico sotto la lettera S.

 
 
  • CASTIGLIONI, Achille

    CASTIGLIONI, Achille

    Fin dal 1940 Achille Castiglioni si dedica alla sperimentazione sul prodotto industriale con fratelli Livio e Pier Giacomo, anch'essi architetti e laureati presso il Politecnico di Milano. Dopo la laurea nel 1944, Achille avvia una felice e stretta collaborazione con Pier Giacomo. Lasciati da Livio nel 1952, Achille e Pier Giacomo continuano l'attività e inaugurano nel 1962 lo studio in piazza Castello, attuale sede della Fondazione Achille Castiglioni. I due progettisti si dedicano con intensità alla ricerca di forme, tecniche e nuovi materiali, con l'obiettivo di realizzare un processo di progettazione integrale. Si occupano di architettura e interni, ma soprattutto di esposizioni e industrial design, settore in cui conquistano in breve tempo la fama indiscussa di maestri. Partecipano attivamente alla vita culturale nazionale e internazionale attraverso convegni e conferenze e, nel 1956, sono tra i fondatori dell'Adi (Associazione per il disegno industriale).
  • CERCATO, Paolo

    CERCATO, Paolo

    Paolo Cercato, veneto d'origine, studia prima a Milano e poi a Roma, dove si stabilisce negli anni Cinquanta. Venezia e Roma sono le città chiave in cui si polarizza la sua formazione, suscitando continui stimoli nel futuro architetto. Sotto l'influsso dello zio pittore Antonio Achilli, sviluppa una particolare sensibilità ai materiali oltre che alle atmosfere, agli effetti plastici integrati, al gusto del dettaglio e del colore. Nel 1955, dopo la laurea, si dedica principalmente all'attività professionale, pur rimanendo legato all'ambito universitario. L'esperienza svolta durante il periodo accademico nello studio Paniconi-Pediconi lo conduce a sperimentare nei problemi concreti la necessità di «decidere subito, tracciare in luogo uno schizzo indicativo, interdersi con le maestranze, essere architetto».
  • CERVI, Aldo

    CERVI, Aldo

    Aldo Cervi si diploma alla Scuola Industriale Superiore di Trieste come Baumeister nel 1920 e completa gli studi architettonici presso l'Accademia e Istituto di Belle arti di Venezia nel 1926, dove ottiene il diploma di professore di disegno. Nel 1927 inizia la sua attività professionale a Trieste, anche partecipando a numerosi concorsi di progettazione. Instaura fin da subito rapporti di collaborazione con artisti triestini, primo fra tutti lo scultore Marcello Mascherini, con il quale partecipa ai concorsi per il monumento ai Caduti di Como (1927) e per il Ponte dell'Accademia di Venezia (1933).
  • CHIODI, Cesare

    CHIODI, Cesare

    Cesare Chiodi si laurea nel 1908 come ingegnere civile al Politecnico di Milano. Al Politecnico, su progetto di Chiodi, viene istituito nel 1929, alla Scuola di ingegneria, il corso di Tecnica urbanistica e nel 1937 l'omonimo Gabinetto; titolare del corso fino al 1955, Chiodi pubblica nel 1935 il manuale "La città moderna. Tecnica urbanistica" e, cessata l'attività didattica, con Giovanni Muzio fonda nel 1956 il Corso di aggiornamento in Urbanistica tecnica, tuttora attivo.
  • CIARLETTA, Costanzo

    CIARLETTA, Costanzo

    Costanzo Ciarletta consegue la laurea in Ingegneria civile a Napoli presso la Scuola di applicazione nel 1875. Esercita la professione prevalentemente all'Aquila e provincia, occupandosi in particolare di opere di pubblica utilità, incidendo in modo significativo sul territorio regionale. Progetta acquedotti, condutture urbane, fontane e impianti di irrigazione, strade rotabili e tronchi ferroviari regionali e di collegamento con le regioni limitrofe, redige piani urbanistici e programmi di risanamento, perizie e stime di terreni. Opera inoltre nell'ambito dell'edilizia pubblica (edifici scolastici, sedi comunali, aree cimiteriali), privata e religiosa, con nuove edificazioni e interventi di consolidamento e restauro.
Risultati:6-10 di 16
< 1
2
3 4 >