Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Fiumicino, Progetti per la tenuta di Torre in Pietra, Michele Busiri Vici, 1930-1967

 
 Michele Busiri Vici, Restauro del Castello Falconieri e del borgo annesso per la Tenuta di Torre in Pietra, Fiumicino 1930 (Eredi Busiri Vici, Fondo Busiri Vici Michele)

Michele Busiri Vici, Restauro del Castello Falconieri e del borgo annesso per la Tenuta di Torre in Pietra, Fiumicino 1930 (Eredi Busiri Vici, Fondo Busiri Vici Michele)

 
 

Progetto e direzione lavori: Michele Busiri Vici
Consulenza tecnica per il progetto "Centro Arenaro con officina e deposito macchine": Pier Luigi Nervi

La tenuta di Torre in Pietra è situata 26 km a nord di Roma, sulla via Aurelia.
Quando nel 1926 il senatore Luigi Albertini, insieme al figlio Leonardo e al genero Niccolò Carandini ne acquista i diritti, reinvestendo i proventi della vendita del Corriere della Sera impostagli dal regime fascista, essa appare come un insieme di terreni incolti, riserve boschive e paludi malariche.
Viene fondata la Società Anonima Bonifiche di Torre in Pietra che avvia, tra il 1927 e il 1941, una serie di interventi volti al ripopolamento e al recupero della produttività dei terreni destinati all’agricoltura e alla zootecnia. Bonifica del territorio, infrastrutture, centri produttivi decentrati, lavoro partecipato: azioni svolte in continuità con le trasformazioni precedenti, nella prospettiva di un progetto complessivo originale in cui si integrano forma e organizzazione dello spazio.
Un impegno straordinario che coinvolge diverse professonalità quali agronomi, ingegneri e architetti.
Michele Busiri Vici è incaricato di sovrintendere alle trasformazioni edilizie e urbanistiche. Con sensibilità e attenzione caratteristiche di tutta la sua produzione, nella continua ricerca di un’armonia con il paesaggio circostante, egli conferisce indentità al nuovo insediamento con l’ uso di un linguaggio tipologico e formale ispirato alle architetture rurali della campagna romana.
Coordina il restauro dell’antico Castello Falconieri, che diviene la sede centrale dell’azienda. Progetta le unità produttive della fabbrica-modello del latte crudo e del Centro Arenaro con annessa officina meccanica, in cui si avvale della consulenza tecnica di Pier Lugi Nervi per la copertura, probabilmente la prima a elementi prefabbricati in ferrocemento.
Realizza alcune case per la famiglia Albertini in località Torre del Pagliaccetto, gli alloggi per il personale e i lavoratori residenti, e i dormitori collettivi per i lavoratori stagionali. Disegna infine il progetto di lottizzazione della borgata rurale, dotata di una piazza pubblica, una chiesa, attività commerciali, servizi per l’istruzione e lo svago, e verde attrezzato.

I Progetti principali:
1930 Restauro del Castello Falconieri e del borgo annesso
1934-1952 Centrale del latte
1935-1951 Chiesa
1940 Centro Aurelia
1946 Centro Arenaro, con officina e deposito macchine
1949-1951 Asilo “ Luigi Albertini”
1950-1959 Borgata rurale
1953 Cinema (progetto)
1955-1956 Centro Orticolo
1956-1967 Ville famiglia Albertini, presso Torre del Pagliaccetto.

 

Archivio del progetto
Fondo archivistico "Michele Busiri Vici architetto"
segnatura: MBV-PRO/004,016,018,065,075,080,093,102,137,142,178,219,224,237,
304,308; MBV-DOC1/fasc.36;
consistenza: 377 tavole, 40 disegni.

Fondo archivistico "Pier Luigi Nervi"

segnatura: Nervi-2.FOT/01/007; Nervi-1.AP/028;
consistenza: 1 elaborato grafico, 16 fotografie, 9 fotoschede.