Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Archivi degli Architetti

 
Cerca nel Portale
 

Centro studi degli architetti dell'ordine di Roma - Ce.s.arch.

 
 
 

Centro studi degli architetti dell'ordine di Roma - Ce.s.arch.

Nato nel 1991, il Ce.s.arch. è un'associazione senza fini di lucro che si occupa della promozione e della valorizzazione della disciplina dell'architettura e della figura dell'architetto attraverso attività di formazione e aggiornamento professionale, studi e ricerca, confronto e divulgazione.
Il Ce.s.arch. organizza e promuove eventi divulgativi, convegni, mostre e pubblicazioni che contribuiscono a tenere vivo il dibattito sulle questioni focali dell'architetfura e della professione dell'architetto.
Dal 2007 il Ce.s.arch. è conforme allo standard di qualità EN ISO 9001: 2000, con certificazione della società Dasa Raegister.
Il Ce.s.arch. è tra i promotori e Socio Fondatore dell'Aaa Italia (Associazione nazionale archivi di architettura contemporanea), costituitasi nel 1999 con sede a Venezia.
 
Attività collegate alla conservazione della memoria
Le attività sottoelencate nascono nell'ambito di un più ampio lavoro che ormai da diversi anni svolgiamo per la raccolta e catalogazione di documenti relativi all'architettura e all'urbanistica.
 
Centro di documentazione Archivarch

Nell'anno 2005 il Ce.s.arch. ha assunto all'interno della propria struttura il Centro di documentazione sulla storia della cultura architettonica che, fino ad allora, aveva svolto la sua attività nell'ambito dell'Inarch.
La ricerca è partita dalla consapevolezza che l'architettura non può essere pienamente compresa solo attraverso un'osservazione statica: deve necessariamente intervenire una rappresentazione che possa "percorrerla" e "narrarla" nel tempo. In tal senso il mezzo cinematografico diviene uno straordinario strumento di lettura delle opere di architettura troppo spesso sottovalutato.
Il Centro di documentazione sulla storia della cultura architettonica è stato costituito nel 1992 con una convenzione tra l'Ufficio centrale per i beni archivistici del Mibac e I'Istituto nazionale di architettura IN/Arch per attivare progetti di collaborazione al fine di prevenire la dispersione delle fonti documentarie di architettura e assicurarne la valorizzazione, la pubblicizzazione e la fruibilità.
Il Centro documentazione ha goduto di contributi per la «costituzione di un archivio video-cinematografico dell'architettura nei cinegiornali italiani dal 1928 al 1979 e nei documentari dal 1928 al 1997», nonché per la «costituzione di un archivio audiovisivo di documentazione della cultura architettonica-rappresentazione dell'architettura».
Con il contributo della SoPrintendenza archivistica per il Lazio, il Centro di documentazione ha eseguito la schedatura, riordinamento e inventarizzazione degli archivi dell'architetto Gorio e dell'architetto Beer, entrambi dichiarati di notevole interesse storico e depositati all’epoca presso la sede dell'Inarch in via Crescenzio.
Il patrimonio cinematografico e audiovisivo consiste in circa 500 film e 100 documentari su supporto VHS e DVD

In seguito il patrimonio archivistico del Centro di documentazione, che comprendeva, oltre alla raccolta cinematografica, gli archivi Federico Gorio (2.500 elaborati grafici contenuti in 137 tubi portadisegni, 89 faldoni che contengono cartelle con documenti e copie cianografiche dei progetti, 1.093 fotografie, 385 lastre e loro riproduzioni digitali), e Bruno Beer (5.081 elaborati grafici relativi a 104 progetti contenuti in un raccoglitore, 43 tubi portadisegni, 13 cartelle, 68 fascicoli di carteggi e allegati ai progetti contenuti in 49 faldoni e 129 fotografie), è stato trasferito ad altri soggetti, in particolare l'archivio Gorio all'Accademia nazionale di San Luca e l’archivio Beer all'Archivio Centrale dello Stato.

Sede
Piazza Manfredo Fanti, 47
00185 Roma

Contatti

tel. 06 97604590
fax. 06 97604591
info@cesarch.it